I suoni delle vocali corte

E’ una vera sfida insegnare la fonetica in questa sede (beh dovunque credo, ma io ho solo quest’esperienza), perché i bambini generalmente non hanno una conoscenza del vocabolario così ampia prima di iniziare a leggere e scrivere in inglese. I bambini generalmente imparano a scrivere memorizzando. Volevo creare un gioco con cui i bambini potessero iniziare ad ascoltare/pronunciare per vedere se potevano distinguere i suoni delle lettere in modo da poter iniziare ad imparare a scrivere basandosi sulla fonetica, così come imparano a farlo in italiano. Ci sono alcune parole che i bambini già dovrebbero conoscere (almeno secondo i programmi scolastici)  e alcune nuove. In questo modo non dovranno imparare un’intera gamma di nuove parole, ma questo dipende dal fatto che conoscano come si scrivono già alcune di queste. Per tutti i giochi vi servirà una copia stampata di ogni carta. Plastificatela e tagliatela. Ho scritto sotto le carte il nome del soggetto, perché anche se io penso che siano chiare, i bambini spesso indicano che esistono altri significati per la stessa carta (le piccole canaglie non me ne lasciano passare una).

halligalli-short-a-1

cat, bag, sad, jam, map, lamp, crab, flag, clam, black

halligalli-short-e

ten, bed, net, red, egg, tent, desk, sled, bell, seven

halligalli-short-i

pig, pin, sit, six, big, king, fish, milk, ship, stick

halligalli-short-o

pot, top, dog, mop, box, rock, frog, stop, lock, clock

halligalli-short-u

bug, bus, sun, gum, sub, plum, duck, jump, drum, truck

Ecco i giochi che abbiamo fatto:

Cosa manca?

Single Sound Slam – Questo è un bel gioco se state lavorando su un suono, per esempio la “a corta” (short a). Oltre al mazzo di carte vi occorrerà anche una pallina o una campanella che posizionerete al centro del tavolo. Prendete una carta dal mazzo che contenga il suono della “a corta” e mettetela sul tavolo a faccia in su. Prendete una nuova carta dal mazzo e giratela: se il suono si accorda con la carta scoperta in precedenza (in questo caso la a corta), il primo bambino che afferra la campanella, vince un punto. Se il bambino afferra la campanella, ma il suono non corrisponde, perde un punto.

Sound Slam – Prendete una carta di ogni tipo di suono  e mettetele scoperte al centro del tavolo. I bambini siedono rivolti verso l’insegnante. L’insegnate pesca una carta e il primo bambino che mette la mano sulla carta il cui suono si abbina a quello della carta pescata, vince un punto. Se invece tocca la carta sbagliata, perde un punto.

Memory, with a Twist – Quando dico ai bambini che stiamo per giocare a Memory, tutti dicono: ‘Ma le carte non si abbinano!’ E in effetti hanno ragione! Il gioco è giocato come un memory normale, ma invece di trovare le immagini che si accoppiano, i bambini devono trovare i suoni delle vocali corte (o medie) che si accoppiano.

Written Memory: Se i bambini sanno già come scrivere, prendete tutte le carte di un suono. Date ai bambini qualche minuto per memorizzarle tutte. Togliete tutte le carte. I bambini dovranno scrivere le parole dei soggetti delle carte che si ricordano.  Io non ho mai detto ai bambini che quelle parole si scrivono con la stessa vocale ed è sorprendente vedere che comunque lo indovinano e fanno veramente pochissimi errori. Sembra molto facile ma penso che vada bene lo stesso perché la finalità è quella di ricordare le carte e non di far fatica per ricordare come si scrivono le parole. In più, in inglese è molto difficile per i bambini e quindi è una buona cosa fare un gioco di scrittura facile, in cui si possano sentire orgogliosi e non facilmente scoraggiati. Il gioco può essere fatto mischiando le carte, ma è più difficile perché i bambini ricordano generalmente poche carte e fanno più fatica con la scrittura.

Complicato da spiegare, ma non così complicato da giocare:

Flip Flop – Perfetto come gioco per un piccolo gruppo. Preparazione: vi servono le carte, più una campanella o una trombetta o una piccola palla da mettere al centro del tavolo. Ad ogni giocatore viene consegnata una carta, fino a quando il mazzo finisce. Ogni giocatore dovrebbe avere lo stesso numero di carte. Ci sono 50 carte, quindi questo funziona esattamente solo se potete dividere 50 per il numero di giocatori senza che ci siano resti. Se avete 3, 4, 6 o 8 giocatori, togliete 2 carte (che riportano lo stesso suono)- in questo modo ci saranno 48 carte. Se avete 7 giocatori, dovrete togliere 8 carte, così ci saranno 42 carte a disposizione oppure prendetene una e rimarrà una carta senza possibilità di accoppiamento. Ecco come giocare: ogni giocatore mette il proprio mazzo di carte di fronte a sé a faccia in giù. Uno alla volta girano le carte a faccia in su (bisogna essere sicuri che tutto il gruppo la veda prima di sé , quindi bisogna girarla verso il gruppo e non verso di sé). Quando ci sono 2 carte con lo stesso suono girate a faccia in su, il primo giocatore che suona la campanella al centro del tavolo e dice i suoni della coppia, vince 2 carte. Attenzione, se prendendole, scopre 2 carte che hanno ancora lo stesso suono, la campanella può essere suonata di nuovo. Quando si finisce il primo giro, se ne comincia un secondo e si mette la carta sopra quella precedente dopo averla mostrata agli altri. (Ogni giocatore dovrebbe avere due mazzi di carte, uno a faccia in giù e uno a faccia in su). Quando le carte del mazzo sono state girate tutte, ogni giocatore gira di nuovo il mazzo e si comincia di nuovo.

Per tutti i giochi: assicuratevi di di esagerare il suono delle vocali così che i bambini riescano a sentirle bene.

Se avete qualunque altra idea su come usare queste carte, scriveteci: ci piace tantissimo sentire quello che avete da raccontarci. Questa è una sfida speciale: avrete notato che ogni set di carte ha cinque parole di tre lettere, tre parole da quattro lettere e due da cinque lettere: è una specie di Scrabble che aspetta solo di essere inventato!)

Se volete leggere questo post in inglese, cliccate qui.

Questa voce è stata pubblicata in Giochi, Go Fish!, Memory, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...